Black Deal

Marco Bragandin: Lead vocals

Massimo Cavagliato: drums

Michele Nallino: bass guitar

Cristian Zanirato: lead guitar, lead vocals

 

UN'ALTRA GEMMA NASCOSTA DELLA NEW WAVE OF ITALIAN METAL VEDE LA LUCE.

I BLACK DEAL nascono all'interno del carcere minorile di Torino, agli inizi degli anni 80. Ne fanno parte due "residenti" ed un esterno, il giovane batterista degli Zauber Massimo Cavagliato, per un periodo collabora anche il chitarrista dei Fil Di Ferro Danilo Ghilieri. Dopo un intenso periodo di preparazione, il gruppo esordisce dal vivo in uno dei ùimportanti locali della Torino underground, il Centralino. Seguono date al Big, al Metro e in molti altri spazi al chiuso e all'aperto. Spesso i BLACK DEAL dividono il palco con gli Zauber, con cui il chitarrista Mauro Cavagliato collabora anche per le registrazioni di alcuni brani. Partecipano alle compilation "Profumo di rovina" e "Made In Italy". Il loro successo cresce e li porta in pochi mesi al vertice delle preferenze dei metallari piemontesi. Emancipatisi nel bene e nel male dalla prudente tutela degli Zauber e superati certi impedimenti "legali", assumono un cantante, Marco Bragandin, e prendono a girare l'Italia con ottimi risultati. Tuttavia scontri caratteriali e cadute autodistruttive li portano rapidamente allo scioglimento, che precede di pochissimo di due componenti. Resta in mano al superstive Massimo Cavagliato (principale autore dei testi) un master di inediti che fotografa l'energia disperata di una talentuosa meteora.




DISCO RANDOM
MOTO ARMONICO

Spedizione/Shipping
SILENZIO PROFONDO

Different postage
BLACK HOLE

Spedizione/Shipping
SYNTHESIS