Synthesis

SYNTHESIS “Synthetic History” (AND 10)
Dopo oltre venti anni di attività, i SYNTHESIS arrivano all’esordio discografico, con un CD che raccoglie il meglio della loro produzione. Undici canzoni e due tracce video, tra cui l’incredibile clip originale del 1985, di “The light”, filmato per la compilation “Metallo Italia”.

I SYNTHESIS si formano a Terni nel 1979.
Dopo alcuni anni di gavetta e rimpasti di line up, nel 1985 partecipano, con il brano
"The Light" alla storica compilation di heavy metal “Metallo Italia” (Reflex Records).
Nei due anni successivi il gruppo inizia a godere di una discreta fama anche grazie al video citato, che usufruisce di alcuni passaggi televisivi Rai.
Il demo "The Price Of Glory" è recensito bene, su tutte le fanzine e riviste dell’epoca e
grazie ad una notorietà crescente, la band inizia a suonare in giro per l’Italia con successo.
Nel 1988 contribuiscono con il brano “Asylum” alla raccolta “Not just Spaghetti And Mandolini” (Amtal Metal). Nelle recensioni vengono citati come tra i migliori del lotto.
Nel 1989 vincono il “Chianciano Rock”, dove si impongono su oltre trenta gruppi, con il brano "Rockin' All Night" che viene inserito nella compilation "Chianciano Rock 1989".
Inizia una intensa attività live che li porta a tenere, tra le altre, tre date memorabili al “Topsy” di Livorno, al “Sorpasso” di Milano e al Teatro “Post Modernissimo” di Terni.
Nel 1991, risolti alcuni problemi di formazione, la band torna più determinata che mai. Partecipano e rivincono il Chianciano Rock, con il brano "Liar", inserito nel CD compilation, a cura della Disco Team, "Who Plays Rock II", pubblicato nel marzo 1993.
Dopo un nastro dal vivo, nel 1994 pubblicano il demo "Synthetic Sin", con cui ottengono ottime recensioni e numerose proposte per esibizioni live, memorabile quella nel tempio
del rock di Roma, il "mitico" Palladium.
La band attraversa tutti gli anni ’90, senza mai tradite la propria inclinazione di poderosa macchina da concerti.
Dopo anni di attesa, con una line per 3/5 stabile nel corso degli anni, nel 2005 arriva finalmente il contratto con l’Andromeda Relix.
Nel settembre del 2005 esce l’esordio su CD “SYNTHETIC HISTORY”.
Nell’ottobre 2005, i Synthesis presentano il CD alla seconda edizione dell’ “80’s Italian Metal Legion”, in compagnia di Dark Ages, Adramelch e Skanners.
SYNTHESIS:
Roberto Casini, voce; Giulio Rossi, chitarra; Alessandro Mechelli, chitarra; Max Evangelisti, basso; Roberto Uccellini, batteria

Contatti: www.synthesis-band.it // info@synthesis-band.it


Recensioni

“…all’insegna di un heavy metal melodico con qualche passaggio progressivo, che può essere forse accostato ai Rush”. (Sandro Buti, Metal Maniac n.7 , novembre 2005)

“… un sound fresco e oimprevedibile…”
(Ulisse Carminati, Flash n. 202, dicembre 2005)

“…sono le canzoni che danno valore al disco.. che ci fanno riassaporare con gusto le sensazioni di un’epoca passata, non senza qualche rimpianto”.
(Stefano Cerati, Rock Hard n. 40. gennaio 2006)
“Ritengo i Synthesis una band in grado di poter dire la sua anche in questo più "facile" ma anche probabilmente maggiormente "freddo" mercato discografico attuale, con la forza della maturità e dell'esperienza, anche se i capelli sono leggermente più corti e il look è mediamente più "sobrio". (Marco Aimasso, www.eutk.net , gennaio 2006)

“…sia “Liar” che “Asylum” che “The Light”, sono semplicemente lo scrigno che racchiude le due anime che si fondono in una band sola; più riflessiva e focalizzante come in "Liar", più grezza, più sfrontata e con un attitudine decisamente anni 80 in "Asylum" e in "The Light".”
(Francesco “Running wild”, www.metalinside.it , dicembre 2005)

“Grazie infinite per aver permesso ad un ventenne con le sue fisse di provare almeno per qualche attimo la magia di quell'epoca. (Marco, www.musicafollia.it , dicembre 2005)

“In questo CD troviamo molta nostalgia, possiamo rivivere tanti momenti difficili della nostra vita di appassionati di metal, provare emozioni che i giovani di questi anni non potranno neanche immaginare, perché per loro tutto è molto più facile e sono davvero pochini quelli che dovranno aspettare più di vent’anni per fare un cd, anche senza avere metà della classe dei Synthesis.” (Giancarlo Bolther, www.rock-impressions.it , dicembre 2005)

“Synthetic History è un operazione nostalgica per gli ultra quarantenni come me, ma per i Synthesis è certamente un punto di partenza da cui non potevano prescindere, ora la curiosità di vederli e di sentirli alle prese col nuovo materiale è tanta ma a noi non ci resta che aspettare.” (Stefano Bonelli, www.tempiduri.it, novembre 2005)

“Una raccolta come questo "Synthetic History" non deve mancare a nessun amante del metal italiano degli anni ottanta e non solo, il materiale contenuto al suo interno è assolutamente
interessante e curato.”
(Stefano “Steven Rich” Ricetti, www.truemetal.it, novembre 2005)




DISCO RANDOM
BULLFROG

Spedizione/Shipping
IL FAUNO DI MARMO

Spedizione/Shipping
FABRIZIO GIOSUČ

Editore: Gianni Della Cioppa